CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO: PER L’IMPUGNAZIONE C’E’ TEMPO FINO A TUTTO IL 2011

In data 11 gennaio 2011 avevamo comunicato a tutte le strutture che il 23 gennaio sarebbe scaduta per legge (c.d. collegato lavoro) la possibilità per tutte le lavoratrici e per tutti i lavoratori, assunti con contratto a tempo determinato, di poterlo impugnare in seguito ad eventuali irregolarità contenute nel contratto stesso.

Si sarebbe trattato di un’ulteriore penalizzazione nei confronti dei precari ma grazie ad un emendamento presentato al decreto “milleproroghe” si riaprono i termini per i ricorsi e così per tutto il 2011 non verrà applicata la norma del  “Collegato Lavoro”.

Per cogliere appieno la portata del provvedimento, si pensi che, per quanto affermato dal senatore PD Achille Passoni membro della Commissione Lavoro della Camera, in quel breve periodo di tempo erano già stati presentati dai precari migliaia di ricorsi e che verosimilmente adesso gli stessi ricorsi saranno destinati ad un aumento vertiginoso.

UNITA’ SINDACALE giudica la riapertura dei termini, avvenuta dopo il parere positivo delle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio, un importante atto di giustizia nei confronti delle centinaia di migliaia di lavoratori precari che avranno così modo di poter riflettere con più calma ed attenzione riguardo ad un passaggio di grande importanza come quello del ricorso nei confronti del proprio datore di lavoro.