NEWS -TUTELA RSA – SOPPRESSIONE DELLE MANSIONI SVOLTE DAL LAVORATORE

DAL QUOTIDIANO IPSOA 19 MAGGIO 2011

Soppressione delle mansioni svolte dal lavoratore – Senza nulla osta il trasferimento di RSA è antisindacale.

La Corte di Cassazione  (sentenza 2/5/2011 n. 9619) ha stabilito che costituisce comportamento antisindacale trasferire un RSA senza il necessario nulla osta, anche quando è soppressa la mansione svolta dal lavoratore.

Per la Corte di Cassazione, un RSA rappresenta tutti i dipendenti di un’unità produttiva e non è RSA dei soli lavoratori che svolgono una determinata mansione.

Quindi nel caso di specie, l’autista trasferito, membro delle RSA, non era RSA degli autisti ma di tutti di dipendenti di quell’unità produttiva.

Stante quanto sopra per il trasferimento di detto lavoratore è necessario il nulla osta ex art 22 dello Statuto dei lavoratori ed in difetto sussiste comportamento antisindacale del datore di lavoro, anche qualora venga soppressa completamente la mansione (in questo caso di autista ) cui era addetto il lavoratore.