COMUNICATO ALLE STRUTTURE ART. 8 MANOVRA FINANZIARIA

In relazione all’applicazione dell’art. 8 della Manovra Finanziaria anche al nostro settore, le Organizzazioni Sindacali Fabi, Fiba/Cisl, Fisac/Cgil, Uilca, Dircredito, Sinfub e Ugl si sono affrettate a gridare il loro NO a tale applicazione. Lo hanno fatto con molta enfasi, con comunicati unitari, di sigla e con dichiarazioni sui mass media.

Anche Unità Sindacale Falcri Silcea si è espressa più volte sulla materia, esprimendo la propria posizione assolutamente contraria all’introduzione, nel nostro settore, delle deroghe ai Contratti ed alla Legge che, il citato art. 8, consente mediante un semplice accordo sindacale.

In particolare, desta grande preoccupazione che si possa, attraverso accordi sindacali aziendali, intervenire sull’utilizzo degli impianti audiovisivi e sull’introduzione di nuove tecnologie, sulle mansioni del lavoratore, sulla classificazione ed inquadramento del personale, sui contratti a termine ed a orario ridotto o modulato o flessibile, sul regime della solidarietà negli appalti e nei casi di ricorso alla somministrazione di lavoro, sulla disciplina dell’orario di lavoro, sulle modalità di assunzione e disciplina del rapporto di lavoro, sulla trasformazione e conversione dei contratti di lavoro.

Dispiace constatare che il deciso NO sbandierato dalle altre Organizzazioni Sindacali adesso si è trasformato in un quasi SI con il Comunicato Stampa, che forniamo in allegato e comunque reperibile sul sito della Fiba, a firma congiunta di FIBA – FABI – UILCA – DIRCREDITO – UGL – SINFUB.

La scrivente Segreteria Nazionale ritiene doverosa una puntuale informazione alle Lavoratrici ed ai Lavoratori che potrebbero non aver colto una notizia così importante anche in considerazione del fatto che, a questo “aggiustamento” della posizione, è stata data una divulgazione molto ma molto più ridotta.

Cordiali saluti

Roma, 6 ottobre 2011

LA SEGRETERIA NAZIONALE