UNISIN.DOC NUM.8 – IL LAVORATORE SCIPPATO IN ITINERE HA DIRITTO ALL’INDENNIZZO

Uniindoc

Il lavoratore scippato in “itinere” ha diritto all’indennizzo

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 11545 depositata il 10 luglio 2012, ha riconosciuto come infortunio in itinere lo scippo subito dal lavoratore nel tragitto lavoro/casa.
Dopo che sia il Tribunale sia la Corte di Appello avevano dato ragione all’INAIL, la Corte di Cassazione ha invece riconosciuto la vigenza della copertura assicurativa e quindi il diritto al risarcimento a favore della lavoratrice.

E’ stato sancito, quindi, che il percorso abitazione/ufficio è collegato, seppure indirettamente, all’attività lavorativa con il solo limite del “rischio elettivo” e cioè scelte e condotte abnormi da parte del lavoratore.

Sentenza Suprema Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, 10 luglio 2012, n. 11545