Equitalia – Accordo fondo esuberi

ACCORDO QUADRO “FONDO ESUBERI”
In data 29 maggio è stato sottoscritto con la Capogruppo Equitalia Spa l’accordo quadro che regola le condizioni generali per l’accesso al “Fondo di solidarietà di settore” (c.d. Fondo Esuberi) per i dipendenti del gruppo Equitalia a fronte dell’apertura della procedura ex art. 19 CCNL 9 aprile 2008 e che verrà successivamente declinato in sede aziendale ed a cui tutte le Rappresentanze Sindacali dovranno fare riferimento nella definizione dei relativi accordi aziendali di attuazione.
In considerazione del fatto che la L. 92/2012 (c.d. riforma Fornero del mercato del lavoro) ha introdotto una rivisitazione complessiva degli ammortizzatori sociali, l’accesso al Fondo potrà avvenire, entro e non oltre la data del 30 giugno 2013 per tutti coloro che entro 96 mesi dalla data di risoluzione del rapporto di lavoro matureranno i requisiti previsti per avere diritto alla pensione.
In relazione al citato accordo, sono state ricalcate le stesse condizioni economiche del precedente accordo quadro siglato a dicembre 2011 prevedendo, quindi, premio di tempestività, incentivazioni all’esodo, il mantenimento delle agevolazioni creditizie e copertura sanitaria tempo per tempo vigenti per il personale in servizio e l’impegno dell’azienda a garantire allo stesso la previdenza complementare fino al raggiungimento della quiescenza.
L’accesso al fondo avverrà esclusivamente su base volontaria. Qualora “i volontari” fossero in misura inferiore al 75% dei 190 esuberi dichiarati, ci siamo impegnati ad incontrarci entro il 4 luglio p.v. per valutare l’adozione di altri idonei strumenti condivisi quali le misure che consentano l’uscita di coloro i quali, all’interno del Gruppo, abbiano maturato i requisiti per l’accesso alla pensione AGO. Alla luce delle problematiche riscontrate in seguito all’ultima attivazione del fondo, abbiamo chiesto che ci
fosse un esplicito impegno, da parte delle aziende, alla riassunzione in servizio senza soluzione di continuità, qualora successivamente alla cessazione dal servizio, l’Inps respinga la domanda d’accesso al fondo per cause non obiettivamente imputabili ai lavoratori stessi.
Abbiamo altresì previsto che, in caso di modifiche legislative e/o di interpretazioni che consentano la fruizione delle prestazioni straordinarie del fondo anche oltre il 30.06.2013, le condizioni dell’accordo saranno valide fino al 31.12.2013, esclusivamente per coloro i quali matureranno l’accesso al fondo nel secondo semestre dell’anno.
L’accordo quadro, pertanto, troverà applicazione nelle aziende del Gruppo solo a seguito di apposite trattative aziendali che inizieranno a breve.

 

Il testo del verbale di accordo quadro del 29.5.2013.