Vengono chiamati “neet”

COMUNICATO STAMPA

Vengono chiamati “neet” (not in education employement or training), sono oltre il 27% dei nostri connazionali in età compresa tra i 15 ed i 34 anni, sono coloro che non studiano (costa ed è inutile!) e non lavorano (non riescono a trovare nessun lavoro!).”
“L’Istituto Nazionale di Statistica”, afferma Joseph Fremder, Segretario Nazionale di UNISIN/Confsal, ”li quantifica in 3miioni 750mila e comunica che il dato è in preoccupante crescita. I neet sono la nostra vergogna, il risultato di politiche che negli ultimi decenni hanno previlegiato “altro” affossando un’intera generazione. Quando un Paese sacrifica alla volontà del “mercato” ed alle “regole del gioco” i propri giovani, significa che la sua classe dirigente ha fallito e che quel Paese non ha più futuro.”

scarica il documento completo