12 dicembre 2014 – Sciopero generale

“OGGI PIÙ DI IERI E MENO DI DOMANI!”

Oggi abbiamo un motivo in più per scioperare il 12 dicembre 2014!
Abbiamo un motivo in più perché tra le argomentazioni esposte da S&P’s per declassare l’Italia delle politiche neoliberiste sfrenate, di Monti prima e di Renzi adesso, troviamo queste affermazioni:

– «non crediamo che le misure previste dal Jobs Act creeranno occupazione nel breve termine»;
– «le difficoltà della ripresa dipendono anche da un ambiente ostile all’impresa e non solo dal costo del lavoro»;
– «si assiste ad un forte aumento del debito, accompagnato da una crescita perennemente debole e bassa competitività»;
– «gran parte dell’attenzione sulla competitività italiana è stata rivolta all’importanza di una svalutazione domestica per ripristinare la competitività attraverso un –  abbassamento del costo del lavoro»;
– l’aggravarsi delle condizioni economiche sta «minando la sostenibilità del debito pubblico»;
– il sistema sconta «un settore dei servizi non riformato; una giustizia lenta e costosa; un alto cuneo fiscale»;
– sotto la lente anche il costo dell’energia, che rimane superiore a quello degli altri Paesi.

scarica il documento completo