Il Punto su num.23/2014 – Acquisto titoli – Le responsabilità della Banca

In sede di acquisto titoli, la sottoscrizione del cliente della dichiarazione d’inadeguatezza dell’operazione non esonera la Banca dalle proprie responsabilità.

23 2014

 

Attraverso la sentenza n. 17726 emessa il 6 agosto 2014, la Corte di Cassazione ha fornito maggiori chiarimenti in ordine alle responsabilità della  Banca in caso di esecuzione di operazioni di acquisto titoli disposti dalla clientela, soffermandosi – in particolare – al caso dell’effettuazione di un’operazione di acquisto di titoli argentini da parte di un cliente, disposto sempre da quest’ultimo mediante sottoscrizione anche della cosiddetta “dichiarazione d’inadeguatezza”.

Con la suddetta Sentenza, la Suprema Corte ha affermato il principio secondo cui la disposizione di esecuzione dell’operazione inadeguata, fornita da parte del cliente ai sensi dell’art. 29 comma 3, regolamento Consob 11522 del 1998 (regime ante Mifid), è di per sé non idonea a esonerare la Banca da responsabilità.