CCNL – Interrotte le trattative

CONTRATTO NAZIONALE ABI- INTERROTTE LE TRATTATIVE RIPRENDE LA MOBILITAZIONE

cm 24 03 2015Nell’incontro che si è tenuto ieri, 23 marzo 2015, le OO.SS. hanno deciso unitariamente, alla ripresa dei lavori, di stigmatizzare alla controparte l’assoluta contrarietà alle posizioni fin qui rappresentate da ABI, e soprattutto su quanto emerso dall’ultimo Comitato Esecutivo dell’ABI stessa. 

1. La denuncia di fondo è stata riferita al fatto che un confronto vero non è mai decollato soprattutto a causa del macigno messo dalle banche, fin dall’inizio, sul tavolo di trattativa, costituito dalla volontà di raggiungere l’obiettivo di destrutturazione del CCNL in funzione esclusiva della riduzione dei costi.

2. Dopo due giornate di sciopero, che si sono rese necessarie proprio per l’impostazione rigida e inaccettabile che ABI ha determinato fin dal settembre 2013, non può essere
oggi ipotizzabile una soluzione di mediazione sulle pervicaci posizioni di ABI.

3. La riforma delle popolari e l’avvio di processi di aggregazioni/ristrutturazioni non è pensabile che si gestisca senza il CCNL, o con un CCNL svuotato e depotenziato.

4. Mai come questa volta ABI ha forzato per portare la discussione ed il confronto esclusivamente sulle proprie posizioni, e non sulla Piattaforma sindacale e sul documento del Nuovo Modello di Banca al Servizio del Paese (ostinatamente rifiutato nel confronto da ABI).