Il Punto su num.08/2015 – Contratti a termine

08 2015

 

Nel caso di trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, il periodo dei contratti a termine vale ai fini del calcolo dell’anzianità di servizio.

Con la Sentenza n. 262, depositata il 12 gennaio u.s. dalla Suprema Corte di Cassazione, è stata affrontata una questione di particolare interesse e precisamente se sussista o meno il diritto del Dipendente, ripetutamente assunto con contratti a termine dallo stesso Datore di lavoro, di vedere riconosciuta – nel caso di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato – l’anzianità di servizio maturata.

La fattispecie trattata in Cassazione riguarda la nullità di reiterati contratti a termine stipulati tra un’Azienda e il Lavoratore dal 2000 al 2008. La nullità è stata dichiarata dal Tribunale di Tempio che ordinava anche alla stessa Azienda di trasformare i contratti a termine, succedutesi negli anni, da contratti a tempo determinato a indeterminato sin dal primo contratto stipulato con il Lavoratore.