Giù le mani dal nostro contratto

Trimestrale Unisin

Trimestrale di Unisin Riscossione

Contratto nazionale: la trattativa per il rinnovo è iniziata (male)

A  quasi  un  decennio  del  passaggio  del  comparto  della  Riscossione a  Equitalia,  segnato  da  profonde  trasformazioni,  dopo  lunghi  anni  di  blocco contrattuale  ( ben cinque ) dovuti all ’applicazione della iniqua  L.122/2010,  causa  di  pesanti  sacrifici  e  mancata  crescita  salariale  dei Lavoratori,  vi  è  ora  l’ intenzione  di  giungere  al  rinnovo  del  Contratto nazionale di categoria ma – attenzione! – di farlo al ribasso. Allo scopo si sta tentando di estromette dalla trattativa, in modo del tutto  illegittimo, alcune Organizzazioni di Settore, tra cui UNISIN, forse con la speranza di sgombrare il campo dagli ostacoli  “per realizzare e concludere la trattativa in tempi molto brevi ”  raggiungendo gli obiettivi – tutti aziendali – di snellimento contrattuale e massimizzazione della flessibilità  del lavoro a fronte di aumenti tabellari limitati alla indicizzazione  del tasso d ’inflazione. Eppure ricordiamo a tutti che lo sblocco della contrattazione per i pubblici  dipendenti  è  avvenuto  grazie  alla  sentenza  in  cui  è  stata  riconosciuta l ’illegittimità costituzionale della L.122/2010, la n.178/2015, varata dalla Corte  Costituzionale  e scaturita  proprio  dal  ricorso  della  CONFSAL, la Confederazione cui aderisce UNISIN.
Dallo  scorso  mese  di  febbraio,  a  seguito  della  sottoscrizione  del  Protocollo sulle libertà sindacali di settore, qualcosa nel panorama è cambiato:
nella  deriva  liberticida  imposta  dal  suo  c.d. Management, controparte Azienda,  mentendo  sapendo  di  mentire,  ha  affermato  di  essersi  ispirata alle  linee  guida  adottate  nel  settore  bancario,  che  al  contrario  aveva adottato – questa  è  la  verità  dei  fatti – un  sistema  garantista  in  tema  di rappresentatività.È stato così rivisitato in profondità il modello delle relazioni industriali di Settore creando una profonda frattura e sleale competizione tra le OO.SS. ( verrebbe da chiedersi: cui prodest? A chi giova? ) , che pur faticosamente erano riuscite a trovare un clima di serenità

scarica il documento completo