Incontro del 9 giugno 2016 con il Presidente delle 4 nuove banche

banca_crack 2016_6_9 COMUNICATO UNITARIO ai lavoratori

Nel pomeriggio di giovedì 9 giugno c.te i Segretari Generali e i segretari nazionali di riferimento delle 4 Nuove Banche hanno incontrato il dott. Nicastro.
Il Presidente ha confermato le caratteristiche già note del processo di cessione sul mercato, ivi compreso l’intendimento di pervenire alla vendita entro l’estate, attraverso asta pubblica. Interesse all’acquisto è stato manifestato prevalentemente da primari fondi di private equity. Scarso interesse è stato manifestato da soggetti italiani.
A breve saranno pubblicati i bilanci 23 novembre – 31 dicembre 2015 delle 4 “good bank”
unitamente alle risultanze della prima trimestrale 2016. Sulle risultanze di conto economico continua a pesare il maggiore costo della provvista. Necessario agire sui ricavi sviluppando l’attività di risparmio gestito ma il tempo a disposizione, prima della cessione, è limitato. Il dott. Nicastro ha manifestato l’intendimento di tentare di inserire nei contratti di vendita clausole relative al rapporto con: il territorio; gli azionisti retail; i lavoratori.
· Le OO.SS. hanno nuovamente sottolineato l’obiettivo di salvaguardare l’occupazione diretta e indiretta; l’intendimento di agire perché sia valorizzato e rinnovato il rapporto con l’economia reale del territorio, con le imprese e le famiglie, quali capisaldi del progetto di cessione e del successivo progetto industriale.

Competerà infatti ai soggetti acquirenti predisporre il piano industriale e attivare le relative procedure con le OO.SS.LL.
Ristrutturazione e riorganizzazione post cessione potranno comportare ulteriori eccedenze, che saranno oggetto del confronto con le OO.SS.LL.

· Ancora più rafforzata la consapevolezza delle OO.SS.LL. di dovere agire presso la Proprietà, le Istituzioni , le Autonomie locali, le Associazioni economiche perché la cessione sia ispirata al criterio prevalente di riconoscere e valorizzare gli interessi del territorio, del risparmio non speculativo e del lavoro.

· Le OO.SS. non permetteranno di scaricare sul Personale ulteriori oneri e chiedono alla proprietà attuale e agli acquirenti garanzie e impegni precisi sull’occupazione, la mobilità territoriale e professionale, le condizioni complessive di lavoro.

Prendendo atto delle criticità di parte sindacale, sull’ “ assessment “ il Presidente ha precisato che l’intendimento è di mettere a disposizione dei potenziali acquirenti la conoscenza delle potenzialità e delle competenze già disponibili nelle 4 Nuove Banche. Dopo l’azione di responsabilità di recente promossa anche da Cari Chieti, prossimamente partirà l’azione di responsabilità da parte di BPEL; in tutto verrebbe richiesto 1 miliardo di euro. Accogliendo la proposta delle OO.SS., una Commissione tecnica bilaterale esaminerà le problematiche afferenti il collocamento delle obbligazioni subordinate; il ristoro degli obbligazionisti; le ricadute e le tutele concernenti i lavoratori, anche alla luce dei provvedimenti legislativi in materia. Un primo incontro ricognitivo è previsto entro il 20 giugno. E’ stata sollecitata la definizione delle Condizioni creditizie per il Personale, in alcune banche peggiorative rispetto a quelle praticate alla restante clientela. Nel sollecitare la definizione delle questioni aperte e il confronto presso ciascuna delle 4 Nuove Banche, è stato evidenziato un disagio crescente nelle relazioni industriali e fra il Personale. Il Presidente Nicastro darà luogo ad un incontro congiunto con gli Amministratori delegati e i responsabili delle relazioni industriali delle 4 Nuove banche per valutare prioritariamente con gli stessi la situazione. In merito ai Contratti a termine, la cui scadenza è il 31 ottobre p.v. (ad eccezione di quelli con la causale sostituzione maternità), il Presidente ritiene che l’argomento dovrà essere affrontato con l’acquirente. L’incontro si è concluso confermando l’intendimento di successivi aggiornamenti.