Veneto Banca: in attesa del piano industriale

Con le dimissioni del presidente di Veneto Banca Beniamino Anselmi, risulta ancora più chiara la linea tracciata dalla proprietà. Il fondo Atlante sembra aver rotto così qualsiasi indugio scegliendo la politica dettata dal presidente della popolare di Vicenza ovvero l’ipotesi di fusione “a breve” tra le due popolari.
Come UNISIN Veneto Banca chiediamo con forza di coinvolgere seriamente i lavoratori quanto prima. In questo modo saremo in grado di capire il piano industriale e esprimere un giudizio critico e consapevole, senza limitarci ad esprimere le nostre evidenti preoccupazioni e cercando di spiegare ai lavoratori le soluzioni che riterremo di maggior tutela che ovviamente dovranno rimanere nel perimetro delle tutele previste e concordate nel CCNL (riconversione, riqualificazione, fondo di solidarietà). Se si dovesse andare oltre non risparmieremo nessuna forma di mobilitazione sensibilizzando anche tutta la categoria a non accettare passivamente ciò che sta accadendo nel settore del credito. Attendiamo quindi di visionare quanto prima il piano industriale che, ribadiamo, non accetteremo sia fatto solo di tagli ma di un serio progetto di rilancio con o senza fusione.

scarica il testo del comunicato stampa