Con Abi ancora distanze su pressioni commerciali

Si è svolto oggi presso la sede ABI a Roma il previsto incontro con le Rappresentanze Nazionali dei lavoratori del credito avente ad oggetto “politiche commerciali e organizzazione del lavoro”.
Sull’esito del confronto il Segretario Generale di UNISIN, Emilio Contrasto, comunica che “le distanze tra le parti permangono e sarà quindi necessario approfondire le varie tematiche sul tavolo nel corso dei prossimi incontri già calendarizzati”.
Contrasto prosegue affermando che “occorre avere il coraggio di costruire un sistema di regole nuovo, forte ed effettivamente esigibile, che non si limiti a mere enunciazioni di principi e che garantisca le Lavoratrici ed i Lavoratori del credito da indebite pressioni che, come purtroppo già verificatosi in alcuni casi anche nel recente passato, possano poi determinare pregiudizi nei confronti dei Dipendenti e nella stessa clientela”.
“E’ quindi vitale – conclude Contrasto – anche per ridare fiducia in un Sistema oggi fortemente sotto accusa, non ultimo per le recenti vicende che hanno visto protagoniste alcune note Aziende di credito, definire un accordo chiaro e stringente che tuteli i Lavoratori e conseguentemente la clientela, prevenendo ogni indebita pressione alla vendita, valorizzando la formazione interna e ricorrendo anche a strumenti di certificazione “terzi” e a deterrenti in grado di scoraggiare ogni violazione delle regole definite”

comunicato-stampa-con-abi-ancora-distanze-su-pressioni-commerciali