Video sorveglianza e Licenziamento disciplinare

Con la sentenza n. 22662 dell’8 novembre 2016 la Corte di Cassazione, Sezione lavoro, è tornata ad occuparsi del rapporto tra i “controlli difensivi” posti in essere dal datore di lavoro e la legittimità del licenziamento disciplinare. Il caso riguarda un furto commesso da una lavoratrice e scoperto mediante i filmati di un impianto di videosorveglianza installato senza un preventivo accordo sindacale o l’autorizzazione dell’Ispettorato del lavoro (come da previsione dell’art. 4, Legge 300/1970).

Visualizza la circolare>>