La Trade Union Alliance in Unicredit e le trattative per la cessione del ramo Cards

 tuaLa Trade Union Alliance di Unicredit ha sempre dichiarato e più volte ribadito la sua contrarietà alle esternalizzazioni, operazioni di impoverimento umano e professionale dei Gruppo. Non c’è stata esternalizzazione che abbia portato i risultati dichiarati sia in termini di risparmio dei costi sia in termini di miglioramento del business. Al contrario abbiamo assistito a un evidente scadimento della qualità dei servizio e al deterioramento delle condizioni di lavoro. Il Progetto Newton ne è il più recente esempio. La TUA richiede, di fronte alla cessione del ramo Cards di Ubis, nel momento in cui il Gruppo Unicredit sta avviando le negoziazioni nei paesi coinvolti, Italia, Romania, Germania, Austria: di garantire le tutele occupazionali e contrattuali per i lavoratori e delle lavoratrici oggetto di cessione di lunga durata; di lasciare i lavoratori e le lavoratrici negli attuali sedi di lavoro onde evitare fenomeni di mobilità territoriale; che il dialogo sociale, in ciascuno dei paesi coinvolti, sia uno dei pilastri della negoziazione con le Organizzazioni Sindacali e i Works Council. E’ del tutto evidente che le garanzie occupazionali, in un contesto di continua evoluzione, sono l’unica forma di tutela effettiva e tangibile che rende i Lavoratori più tranquilli del proprio futuro occupazionale, nella nuova realtà e in tutti i Paesi.

La Trade Union Alliance, con il supporto di Uni Europa Finance, fornirà il massimo sostegno e collaborazione alle Organizzazioni Sindacali nei diversi Paesi, per il raggiungimento degli obiettivi condivisi e per migliorare la comunicazione e la cooperazione. Solo con la solidarietà e la consapevolezza dell’unico obbiettivo comune, si potranno tutelare i lavoratori, le lavoratrici e rispettare le loro professionalità.

scarica il testo del comunicato