RIUNIONE DEL COMITATO F.O.C. DEL 21 FEBBRAIO 2017

Riunione F.O.C.

Il giorno 21 Febbraio 2017 si è riunito a Roma il Comitato del F.O.C. dove, oltre a deliberare i finanziamenti in sospeso di una prima parte delle assunzioni effettuate nel 2016, le Parti hanno fatto il punto complessivo della situazione.
Dalla sua costituzione e fino alla data del 20 Febbraio 2017, il F.O.C. ha ricevuto contributi per un totale di circa 257 milioni e 500 mila euro e risultano pervenute al F.O.C. 16.245 richieste di finanziamento per nuove assunzioni e stabilizzazioni da parte di 237 Aziende. Di queste ne sono state esaminate 13.910. Per quanto concerne l’incremento retributivo stabilito con il CCNL del 31/3/2015 per gli assunti nel livello di inserimento di cui all’art.46 fino al 1 aprile 2015, il F.O.C. ha erogato (come previsto dallo stesso CCNL e dall’accordo nazionale del 25 novembre 2015) circa 20 milioni di euro.
Ad oggi, al netto degli impegni relativi alle circa 2335 domande in sospeso da esaminare e del differenziale salariale ancora da erogare, rimangono a disposizione per gli scopi previsti circa 109 milioni di euro. Tali fondi, in attesa di essere utilizzati in base alle indicazioni e agli impegni presi anche con l’ultimo CCNL, vengono gestiti secondo criteri prudenziali e di liquidità, secondo le esigenze e le peculiarità del Fondo stesso.
Come è evidente, la situazione occupazionale del settore, a fronte dei forti cambiamenti in atto, rappresenta per queste OO.SS. un elemento di grande preoccupazione, anche nella diversità di condizione che esiste ad oggi fra le imprese bancarie. Per questo, tutte le OO.SS. Nazionali nell’incontro politico che si è tenuto in ABI il giorno precedente al Comitato del Foc, hanno posto con forza alle controparti la necessità che si proceda al più presto, visto anche l’ammontare finanziario a disposizione del Fondo, a rendere operativi gli impegni assunti con il CCNL del 31 marzo 2015 a partire da quelli che riguardano i lavoratori che accedono alla Sezione Emergenziale del Fondo di Solidarietà del settore, non avendo i requisiti per il prepensionamento. Infatti il FOC, strumento unico nel panorama generale fondato sulla solidarietà generazionale, deve continuare a rappresentare uno strumento centrale nel nostro settore per difendere e migliorare l’occupazione, concretizzando ed anche innovando quanto previsto tra le parti.

scarica il pdf