Progetto “L’Agenda Ritrovata” : “tutti possono partecipare e non solo pedalando!”

Agenda_1

Progetto “L’Agenda Ritrovata”

UNISIN SPONSORIZZA UN’IMPORTANTE INIZIATIVA IN MEMORIA DEL GIUDICE BORSELLINO

Il 1992 è stato per il nostro Paese un anno complesso, difficile, caratterizzato, purtroppo, anche da due tragici eventi che hanno lasciato il segno nella storia italiana. A soli 57 giorni uno dall’altro due stragi hanno visto protagonisti i magistrati antimafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. 23 maggio ore 17.58 autostrada A29 nei pressi dello svincolo di Capaci, 500 kg di tritolo fanno saltare in aria la Quarto Savona 15, la Fiat Croma che precede l’auto di Falcone. Perdono la vita: Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Sopravvissuti alla strage gli agenti Paolo Capuzza, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e l’autista del magistrato Giuseppe Costanza. 19 luglio ore 16.58 via Mariano D’Amelio – Palermo Perdono la vita: Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Unico sopravvissuto Antonino Vullo. Il loro ricordo e il ricordo dell’attività in difesa della legalità svolta dai due magistrati uniti dall’amicizia oltre che dal tragico destino e di quello degli agenti di scorta non si è spento con la loro morte anzi questo ricordo è diventato una voce forte, sempre più forte, che ha unito lungo tutto lo Stivale vecchie e nuove generazioni che si incontrano per non dimenticare e per far sentire alta la voce della legalità.

Anche UNISIN ha ritenuto indispensabile quest’anno, in occasione dei 25 anni da quei tragici eventi, partecipare attivamente ricordando il giudice Falcone e fornendo sostegno al progetto “L’Agenda Ritrovata”, dedicato a Paolo Borsellino. Il progetto “L’Agenda Ritrovata”, promosso dall’Associazione Culturale Orablù, porterà “sulle ruote di una bicicletta, un libro rosso da Milano a Palermo per testimoniare che c’è un Paese che non ha dimenticato, vuole raccontare quel che è successo e far riflettere su legalità, giustizia e lotta alla mafia”. UNISIN è da sempre sensibile al tema della legalità e della giustizia e fra i suoi principali scopi, oltre a quello fondamentale di difendere e tutelare i diritti e gli interessi professionali e sindacali delle lavoratrici e dei lavoratori, ha anche quelli di rafforzare la solidarietà sociale e professionale.

UNISIN ha voluto essere presente, sostenendo questo progetto ed è proprio nell’ambito del suo raggio di attenzione ed azione rivolta al sociale e alla tutela dei diritti, alla promozione della cultura e delle attività legate alla vita sociale dei propri iscritti, che ai link https://www.facebook.com/agendaritrovata/ e www.orablu.com/agendaritrovata potranno essere seguiti gli eventi che dal 25 giugno al 19 luglio 2017 si susseguiranno sul territorio nazionale.

Il ricco programma de “L’Agenda Ritrovata” prevede spettacoli teatrali, concerti, proiezioni e dibattiti che si svolgeranno lungo un percorso a tappe in cui “l’agenda verrà ospitata in luoghi amici, raccoglierà le testimonianze di chi ha partecipato e, a Palermo, il 19 luglio 2017, verrà consegnata a Salvatore Borsellino che, in tutti questi anni, non ha mai smesso di lottare”.

“Tutti possono partecipare e non solo pedalando!” e con questo slogan del Progetto “L’Agenda Ritrovata” e con lo spirito di sostenere al meglio un’iniziativa volta a sensibilizzare sempre più al tema della legalità, così importante per lo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese, che auspichiamo una forte partecipazione delle nostre Iscritte e dei nostri Iscritti e di quanti vorranno essere presenti agli eventi promossi sui territori percorsi dalla staffetta de “L’Agenda Ritrovata”, testimoniando così la nostra presenza. La nostra testata online Professione Bancario seguirà i principali eventi (www.professionebancario.it).