Emilio Contrasto, Segretario Generale UNISIN, è intervenuto a Napoli alla presentazione di un libro sull’Europa

E’ stata un’interessante e partecipata occasione per parlare di Europa, di diritti fondamentali e di funzionamento delle Istituzioni, di lavoro, di diritti delle Lavoratrici e dei Lavoratori, di banche, di cittadinanza europea, di innovazione tecnologica, di imprese e politica industriale, di ambiente, quella che si è avuta a Napoli, nella sede dell’Istituto per gli Studi Filosofici, lo scorso 17 giugno in occasione della presentazione del volume “Nozioni giuridiche fondamentali europee” dell’avvocato e docente universitario Umberto Aleotti, componente del Comitato Scientifico della rivista Professione Bancario edita da UNISIN-CONFSAL.
Oltre all’Autore, sono intervenuti su varie tematiche legate all’Europa il prof. Ing. Mario Raffa e la prof. Antonella Batà dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, il prof. Antonio Lanzaro dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, l’avv. Maurizio Bianco, già presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, l’avv. Francesco Avolio, vicepresidente della Delegazione Campania dell’Unione Avvocati Europei.
All’incontro ha partecipato come relatore anche il Segretario Generale di UNISIN – CONFSAL, Emilio Contrasto.
Si è trattata di un’interessante occasione di confronto e di scambio tra mondo accademico, avvocatura, mondo del lavoro e istituzione culturale dalle profonde tradizioni quale l’Istituto Italiano di Studi Filosofici, con l’obiettivo di discutere di temi che quotidianamente impattano fortemente con la vita di ciascuno di noi.
“Comprendere – secondo Emilio Contrasto – i meccanismi e le norme che influenzano la quotidianità delle persone nella vita lavorativa, professionale, personale, imprenditoriale, nello studio, nell’educazione, nella possibilità di circolare liberamente, di avere protezione, di salvaguardare la propria salute avvicina i cittadini stessi alle Istituzioni europee che vengono, purtroppo oggi, in molti casi, invece percepite come lontane e a spesso matrigne”.
“Inoltre – prosegue il Segretario Generale di UNISIN-CONFSAL – una maggiore coesione sociale, una più concreta vicinanza alle esigenze dei popoli che compongono l’Unione europea, una maggiore attenzione a materie come lavoro ed ambiente sono i temi sui quali i Cittadini europei chiedono concrete risposte ed è proprio su queste questioni basilari che si dovrebbe operare per costruire insieme quella nuova Europa che tutti chiediamo e che, invece, fatica tantissimo a concretizzarsi”.
“Un’Europa – conclude Contrasto – che sappia coniugare alle regole certamente necessarie, una flessibilità altrettanto indispensabile per creare una migliore convivenza ed un sistema economico più equilibrato e solidale; un’Europa che sappia effettivamente accogliere e tutelare tutti i propri Cittadini, offrendo loro opportunità di crescita, di lavoro, di studio, di scambio. Insomma una Europa uguale per tutti e con eguali opportunità, diritti e doveri tra Cittadini, Imprese e Istituzioni”.