IL PUNTO SU NUM.7/2020 – LA RACCOLTA DELLE SCARTOFFIE

scartoffie

La raccolta delle “scartoffie” è purtroppo una delle noiose incombenze a cui dobbiamo sottostare. Riprendiamo quindi, dopo alcuni anni, un precedente numero de IL PUNTO U…, fornendo, nell’occasione, anche gli intervenuti aggiornamenti.

La nostra vita è costellata di bollette, ricevute, quietanze e quant’altro di cui non possiamo liberarci. Almeno non immediatamente: c’è un tempo entro il quale l’autorità di riferimento (il fisco, la banca, l’Amministrazione pubblica, etc.) può richiederle come “giustificativo” o l’utente può utilizzarle per contestare eventuali errori.
Inoltre, non tutti sanno che i documenti hanno anche una “scadenza” obbligatoria, cioè un tempo minimo di conservazione dopo il loro utilizzo. Per quanto tempo, ad esempio, devo conservare la parcella del dentista che ho detratto dalle tasse? E la ricevuta del bollettino postale per il pagamento di una multa?
Ecco, quindi, le principali scadenze:

scarica pdf