PERMESSI ELETTORALI ANNO 2020

Domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020 si terranno le elezioni per il Referendum Costituzionale, il rinnovo delle amministrazioni di 7 Regioni (Campania, Toscana, Marche, Puglia, Veneto, Liguria e Valle d’Aosta) e di oltre 1100 comuni, oltre all’elezione suppletiva di alcuni seggi uninominali del Senato.
Domenica si vota dalle ore 7.00 alle ore 23.00 e lunedì dalle 7:00 alle 15:00.
Lo spoglio per il Referendum inizierà subito dopo la chiusura dei seggi, mentre per le amministrative e regionali inizierà il 22 settembre.
Tutti coloro i quali sono chiamati a svolgere i ruoli di presidente di seggio, segretario, scrutatore, rappresentante di lista, hanno il diritto di assentarsi dal lavoro per l’intero periodo di svolgimento delle operazioni di voto.
Spettano, inoltre:

• relativamente al sabato (*), nel corso del quale saranno espletate le operazioni preparatorie alla votazione → un giorno di riposo compensativo da fruirsi il prima possibile o, in alternativa, la monetizzazione dello stesso;
• relativamente alla domenica → un giorno di riposo compensativo da fruirsi nel primo giorno utile immediatamente successivo al termine dell’impegno elettorale o, in alternativa, la monetizzazione dello stesso;
• relativamente al lunedì e al martedì (e di mercoledì, nell’eventualità in cui le operazioni di scrutinio si protraggono oltre la mezzanotte di martedì) → per queste giornate il lavoratore ha diritto all’assenza dal lavoro con riconoscimento del normale trattamento retributivo (senza ulteriori trattamenti economici).
(*) la giornata di sabato in caso di settimana lunga è considerata giornata lavorativa (così come la domenica quando si è in presenza di particolari attività che prevedono la giornata di riposo in un giorno diverso dalla stessa domenica): in tal caso si ha diritto all’assenza dal lavoro con riconoscimento del normale trattamento retributivo.
I Lavoratori interessati dovranno presentare al Responsabile della propria Struttura la seguente documentazione:
• appena in possesso → la documentazione rilasciata dagli Organismi o Uffici competenti da cui si evince il conferimento dell’incarico;
• al termine della consultazione elettorale → il certificato di presenza al seggio con indicazione delle giornate di effettiva presenza e dell’orario di chiusura del seggio, data e timbro della sezione e firma del Presidente del seggio;
• al rientro in servizio dopo il termine dei lavori inerenti la consultazione elettorale → la richiesta scritta, a fronte della giornata di sabato precedente la consultazione elettorale, di riposo compensativo ovvero di liquidazione della retribuzione.

I permessi compensativi saranno fruiti dal lavoratore il primo giorno utile o, in alternativa, in altro giorno concordato con il datore di lavoro.

LA SEGRETERIA NAZIONALE

scarica il pdf